Blog

Grafene - il Futuro è qui

Il 2020 si appresta ad essere un anno fondamentale, per la riconversione energetica e l’adozione di vere alternative ad impatto zero. Secondo studiosi ed analisti, quello che ci apprestiamo a vivere, sarà in tutto e per tutto, l’anno del Grafene, materiale che rivoluzionerà in meglio le nostre abitudini.



L’infinita casualità del genio


Il successo ottenuto dai ricercatori dell’Università di Manchester, era ritenuto impossibile fino a qualche tempo fa. Tuttavia, Gjem e Novoselic, i due futuri Premi Nobel per la fisica, nel cercare un metodo per ottenere uno strato di Grafite quanto più sottile possibile, hanno scoperto quasi per caso l’esistenza di un materiale nuovo e dalle infinite possibilità di utilizzo. Armati di nastro adesivo, i due hanno infatti rimosso manualmente ogni striscia di Grafite, fino ad ottenere un foglio di carbonio monoatomico a due dimensioni.


Il Limite, è che non ci sono limiti


Il Grafene, nella sua versatilità, si presenta come un materiale sottilissimo e incredibilmente resistente. Secondo i test condotti fino ad oggi, la sua natura, gli permette di raggiungere gli stessi livelli di conduttività elettrica del rame ed una resistenza, non dissimile dal diamante. Una composizione, che gli permetterà di rivoluzionare qualsiasi settore, dall’industria aerospaziale, fino alla bioedilizia.


Nuovi orizzonti


Ed è proprio nel campo delle alternative sostenibili, che il Grafene trova la sua naturale ed ideale collocazione. Oltre all’impiego nel fotovoltaico, questo innovativo materiale, grazie al suo alto potere isolante, è infatti l’elemento di punta di nuove linee di prodotti per l’interior design e l’home decor. Nelle prossime settimane, presenteremo su queste pagine la nuova linea di prodotti al Grafene, che in collaborazione con AURO, ospiteremo su ProgettoBio.it.


Carico altri contenuti...